Reumabase.it
Reumatologia
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Sicurezza ed efficacia a lungo termine di Upadacitinib o Adalimumab nei pazienti con artrite reumatoide: risultati a 3 anni dello studio SELECT-COMPARE


L'obiettivo dello studio è stato quello di valutare la sicurezza e l'efficacia a lungo termine dell'inibitore della Janus chinasi ( JAK ) Upadacitinib ( Rinvoq ) rispetto ad Adalimumab ( Humira ) nell'arco di 3 anni nell'estensione a lungo termine ( LTE ) in corso di SELECT-COMPARE, uno studio randomizzato e controllato di fase 3 su pazienti con artrite reumatoide attiva e risposta inadeguata al Metotrexato.

I pazienti con Metotrexato di base, stabile, sono stati randomizzati in un rapporto 2:2:1 a Upadacitinib 15 mg, placebo o Adalimumab 40 mg.
I pazienti con una risposta insufficiente sono passati alla settimana 26 dal placebo a Upadacitinib, da Upadacitinib ad Adalimumab o da Adalimumab a Upadacitinib.

I pazienti che avevano completato il periodo in doppio cieco di 48 settimane potevano entrare in uno studio di estensione per un massimo di 10 anni.

Sono stati riportati i risultati di sicurezza ed efficacia per 3 anni.
Gli eventi avversi emergenti dal trattamento sono stati riassunti in base all'esposizione a Upadacitinib e Adalimumab.
L'efficacia è stata analizzata da gruppi randomizzati originali ( imputazione di non-responder ), nonché separatamente per sequenza di trattamento ( come osservato ).

I tassi di diversi eventi avversi erano generalmente comparabili tra Upadacitinib e Adalimumab, inclusi eventi avversi che hanno portato all'interruzione del trattamento, infezioni gravi e eventi avversi gravi, tumori maligni, eventi cardiaci avversi maggiori, tromboembolia venosa e decessi.
Coerentemente con i risultati precedenti, herpes zoster, linfopenia, disturbi epatici e aumento di CPK ( creatina fosfochinasi ) sono stati riportati a tassi più elevati con Upadacitinib rispetto ad Adalimumab.

In termini di efficacia, Upadacitinib ha continuato a mostrare risposte cliniche numericamente migliori rispetto ad Adalimumab nell'arco di 3 anni in tutti gli endpoint, tra cui bassa attività di malattia e remissione.

In conclusione, il profilo di sicurezza di Upadacitinib 15 mg è risultato coerente con i precedenti rapporti di sicurezza di altri studi.
Durante i 3 anni di trattamento i pazienti che hanno assunto Upadacitinib hanno continuato ad avere livelli più elevati di risposta clinica rispetto ad Adalimumab. ( Xagena2022 )

Fleischmann R et al, RMD Open 2022; 8(1):e002012. doi: 10.1136/rmdopen-2021-002012

Reuma2022 Farma2022



Indietro