Reumabase.it
Reumatologia
XagenaNewsletter
Medical Meeting

Infliximab e Metotrexato come terapia di induzione nei pazienti con artrite reumatoide in fase precoce

Uno studio coordinato da Ricercatori della Leiden University Medical Center in Olanda ha valutato l’efficacia di Infliximab( Remicade ) in associazione al Metotrexato come terapia di induzione nei pazienti con artrite reumatoide precoce.

I pazienti naive ( mai trattati ) ai farmaci antireumatici modificanti la malattia, affetti da artrite reumatoide attiva in fase precoce, che erano stati inclusi come gruppo 4 del BeSt study sono stati inizialmente trattati con Infliximab ( 3 mg/kg ) in combinazione con Metotrexato (2 5 mg/settimana ).

Il punteggio DAS ( Disease Activity Score ) è stato misurato ogni 3 mesi.

Nei pazienti con persistente bassa attività di malattia ( DAS minore o uguale a 2.4 ) per almeno 6 mesi, il dosaggio di Infliximab è stato ridotto gradualmente ed infine la somministrazione del farmaco è stata interrotta; il dosaggio di Metotrexato è stato poi ridotto gradualmente a 10 mg/settimana.

Nei pazienti con punteggio DAS maggiore di 2.4 il dosaggio di Infliximab è stato aumentato ( massimo 10 mg/Kg ), ed in seguito sono stati trasferiti ad un altro DMARD.

I corticosteroidi non erano permessi, ad eccezione della somministrazione intraarticolare.

Tra i 120 pazienti, i 67 responder ( 56% ) avevano persistente bassa attività di malattia ed hanno interrotto il trattamento con Infliximab dopo in media 9.9 mesi, con un dosaggio mediano di Metotrexato di 10 mg/settimana dopo 2 anni.

Dieci pazienti hanno presentato una riacutizzazione dopo interruzione del farmaco ed hanno ripreso il trattamento con Infliximab dopo un periodo mediano di 3.7 mesi.

Tredici pazienti non hanno raggiunto una persistente bassa attività di malattia ed hanno ricevuto Infliximab a vari dosaggi.

Un totale di 30 pazienti non ha risposto alla terapia.

Nei 67 responder la progressione del danno articolare è risultata più bassa rispetto ai 30 pazienti il cui trattamento è fallito.

Lo studio ha mostrato che il 56% dei pazienti con artrite reumatoide attiva, precoce, inizialmente trattata con Infliximab in associazione al Metotrexato potrebbe interrompere Infliximab dopo aver raggiunto un punteggio DAS minore o uguale a 2.4.
La bassa attività di malattia è stata mantenuta in questi pazienti, mentre il dosaggio di Metotrexato è stato ridotto gradualmente a 10 mg/settimana. ( Xagena2007 )

van der Bijl AE et al, Arthritis Rheum 2007; 56: 2129-2134

Reuma2007 Farma2007


Indietro