Reumabase.it
Reumatologia
Xagena Mappa
Medical Meeting

Elevati livelli di anticorpi IgM e IgA anti-Proteus mirabilis e di anticorpi IgM anti-Escherichia coli sono associati ad artrite reumatoide precoce RF-positiva


Studi precedenti hanno individuati anticorpi diretti contro Proteus mirabilis nei pazienti con artrite reumatoide.

Ricercatori, coordinati da M.M. Newkirk della McGill University Health Care di Montreal ( Canada ), hanno esaminato la prevalenza di anticorpi anti-Proteus mirabilis e la loro associazione con l’artrite reumatoide nei pazienti con sinovite in fase precoce.

Lo studio prospettico ha riguardato 246 pazienti con artrite infiammatoria da meno di 1 anno.

Il periodo di follow-up è stato di 12 mesi.

Il 30% dei pazienti arruolati presentava artrite reumatoide positiva per il fattore reumatoide ( RF ), il 16% con artrite reumatoide negativa per RF, il 17% con spondiloartropatia ed il 37% con artrite non differenziata.

I livelli di anticorpi IgM e IgA anti-Proteus mirabilis sono risultati significativamente più alti nei pazienti con artrite reumatoide positiva per RF rispetto ad altri gruppi di pazienti ( p < 0.0005 e p < 0.005 ).

Non c’è stata differenza tra i gruppi riguardo agli anticorpi IgG anti-Proteus mirabilis e agli anticorpi IgG, IgA e IgM verso altri patogeni potenzialmente artritogenici ( Chlamydia, Salmonella, Shigella, Campylobacter, Yersinia, Parvovirus B19 ).

Gli anticorpi IgM contro Escherichia coli sono risultati elevati nei pazienti con artrite reumatoide RF-positiva.

Gli anticorpi anti-Proteus mirabilis e anti-E.coli erano più alti nei pazienti positivi per il fattore reumatico e con anticorpi anti-IgG-AGE ( anticorpi specifici per l’immunoglobulina G danneggiata da prodotti terminali di glicazione ) ( p < 0.001 ).

I pazienti con erosione tendevano ad avere più elevati titoli di IgA anti-Proteus mirabilis.

I dati dello studio hanno indicato che l’aumento degli anticorpi IgM e IgA anti-Proteus mirabilis e dell’anticorpo IgM anti-Escherichia coli è associato all’artrite reumatoide precoce sieropositiva e con la presenza di anticorpi anti IgG-AGE.

Secondo gli Autori il ruolo svolto da Proteus mirabilis o da Escherichia coli nell’artrite reumatoide precoce RF-positiva merita ulteriori indagini. ( Xagena2005 )

Newkirk MM et al, Rheumatology 2005; 44: 1433-1441


Reuma2005


Indietro