Reumabase.it
XagenaNewsletter
Reumatologia
Medical Meeting

Efficacia del Metotrexato rispetto ai farmaci biologici nella artrite reumatoide


È stata condotta una revisione degli studi che hanno confrontato l’efficacia di Metotrexato ( Methotrexate ) con quella di farmaci biologici.

Ad oggi sono state pubblicate le valutazioni cliniche di 9 farmaci biologici.

Tre inibitori del TNF [ Etanercept ( Enbrel ), Adalimumab ( Humira ) e Golimumab ( Simponi ) ] e un inibitore del recettore di IL-6 [ Tocilizumab ( Actemra ) ], sono stati valutati in pazienti naïve per Metotrexato utilizzando un disegno in parallelo e strutturando lo studio in 3 bracci: monoterapia con Metotrexato e di un farmaco biologico, e la combinazione di entrambi.

Gli altri farmaci biologici [ Infliximab ( Remicade ), Certolizumab pegol ( Cimzia ), Anakinra ( Kineret ), Rituximab ( MabThera ) e Abatacept ( Orencia ) ] sono stati valutati in pazienti che avevano mostrato risposta inadeguata a Metotrexato, e trattati con Metotrexato + farmaco biologico versus Metotrexato + placebo.

Questo tipo di disegno sperimentale non consente un reale confronto tra Metotrexato e farmaci biologici, ma potrebbe fornire indirettamente un’indicazione dell’efficacia relativa dei diversi farmaci biologici.

In tutti gli studi che hanno previsto un confronto diretto tra Metotrexato e farmaci biologici, i due tipi di trattamento hanno mostrato un’efficacia simile secondo le misurazioni effettuate in base ai criteri di risposta ACR ed EULAR, che comprendono la remissione clinica.

In generale, il miglioramento è iniziato prima con il trattamento biologico che con quello a base di Metotrexato.

L’inibizione della progressione radiologica è risultata più forte con i farmaci biologici probabilmente sulla base del fatto che gli inibitori del TNF, oltre al loro effetto antinfiammatorio, riducono in modo diretto l’attività degli osteoclasti.

L’efficacia biologica è risultata significativamente potenziata se questi farmaci venivano utilizzati in combinazione con Metotrexato.

Sulla base dei risultati dello studio, l’efficacia del Metotrexato potrebbe risultare sottostimata: la dose iniziale di Metotrexato era troppo bassa ed è stata aumentata solo gradualmente.

Inoltre, il disegno dello studio e il tipo di analisi effettuata potrebbero essere risultati svantaggiosi per il Metotrexato dal momento che nel gruppo Metotrexato un numero superiore di pazienti ha abbandonato lo studio e quindi ha trascorso meno tempo sotto trattamento.

Inoltre la supplementazione con Acido Folico potrebbe aver ridotto l’efficacia del Metotrexato interferendo con il suo meccanismo di azione.

Nonostante ciò, tutti gli studi hanno confermato una performance sorprendentemente buona per il Metotrexato rispetto ai farmaci biologici. ( Xagena2010 )

Rau R, Clin Exp Rheumatol 2010; 28(5 Suppl 61): S58-64


Farma2010 Reuma2010


Indietro