Reumabase.it
Reumatologia
XagenaNewsletter
Medical Meeting

Artrite reattiva dopo infezione da Campylobacter


Uno studio ha verificato l'esistenza di un'associazione tra artrite reattiva ed infezione da Campylobacter.Un questionario sui sintomi enterici ed extraintestinali è stato spedito a 870 pazienti che avevano colture fecali positive per il Campylobacter e a 1.440 soggetti di controllo. Quarantacinque pazienti ( 7% ) aveva artrite reattiva ed 8 ( 1% ) avevano tendinite reattiva , entesopatia , o borsite.L’artrite era oligo o poliarticolare e, nella maggior parte dei casi, era lieve.
Il 14% dei pazienti con artrite reattiva è risultato positivo per HLA-B27.Dei 45 pazienti con artrite reattiva, 37 hanno presentato un’infezione da Campylobacter jejuni ed 8 da Campylobacter coli.Nessuno dei soggetti del gruppo controllo ha presentato artrite reattiva.L’artrite reattiva è risultata essere comune dopo infezione da Campylobacter, con un’incidenza annuale di 4,3 per 100.000 , e non è risultata associata ad HLA-B27. ( Xagena 2002 )

Hannu T et al , Rheumatology 2002; 41 : 312-318



Indietro