Reumabase.it
Reumatologia
Xagena Mappa
Medical Meeting

Artrite reattiva dopo infezione da Campylobacter


Uno studio ha verificato l'esistenza di un'associazione tra artrite reattiva ed infezione da Campylobacter.Un questionario sui sintomi enterici ed extraintestinali è stato spedito a 870 pazienti che avevano colture fecali positive per il Campylobacter e a 1.440 soggetti di controllo. Quarantacinque pazienti ( 7% ) aveva artrite reattiva ed 8 ( 1% ) avevano tendinite reattiva , entesopatia , o borsite.L’artrite era oligo o poliarticolare e, nella maggior parte dei casi, era lieve.
Il 14% dei pazienti con artrite reattiva è risultato positivo per HLA-B27.Dei 45 pazienti con artrite reattiva, 37 hanno presentato un’infezione da Campylobacter jejuni ed 8 da Campylobacter coli.Nessuno dei soggetti del gruppo controllo ha presentato artrite reattiva.L’artrite reattiva è risultata essere comune dopo infezione da Campylobacter, con un’incidenza annuale di 4,3 per 100.000 , e non è risultata associata ad HLA-B27. ( Xagena 2002 )

Hannu T et al , Rheumatology 2002; 41 : 312-318



Indietro